CORO E LETTERATURA


Un giorno, Rita Barbieri mi ha dato la fotocopia di due pagine tratte da un libro, L'eleganza del riccio di Muriel Barbery. Le due pagine parlavano di un coro.

Questo mi ha dato l'idea di una specie di gioco: la ricerca delle pagine di letteratura che parlano di cori.

Se, leggendo un libro, trovate una pagina o un passaggio in cui si parla di un coro, mandatemene copia. Grazie per la collaborazione.

  1. "Che bello, un coro" da L'eleganza del riccio, di Muriel Barbery, pagine 178 - 179, edizioni E/O, 2007, traduzione di Emanuelle Caillat e Cinzia Poli (segnalato da Rita Barbieri, maggio 2008)
     

  2. Due pagine da La voce, di Arnaldur Indri­ason, edizioni Guanda, 2008, traduzione di S. Cosimini (segnalato da Rita Barbieri, ottobre 2008)
     

  3. Alcune pagine (64-67, 134-137) da Il Requiem di TerezÝn. di Josef Bor, edizioni Longanesi, 1964 (Segnalato da Rita Barbieri, febbraio 2009, che invia il seguente commento: Il libro narra un fatto vero: la messa in scena del Requiem di Verdi nel lager nazista di Terezin presso Praga. Lý R. Schńchter, il direttore, riuscý a formare un' orchestra di soli detenuti e ad eseguire l'opera davanti ad un pubblico di SS. E' un libro molto intenso.)
     

  4. Due capitoli da Vivere altrove di Marisa Fenoglio, edizioni Sellerio, 1997. Una corista esegue per la prima volta la Messa in Si minore di Bach. 
     

  5. "Quando si canta in gruppo", di Ida Maria Tosto, da Come un battito d’ali in Gesto, musica, danza, a cura di Patrizia Buzzoni e Ida Maria Tosto, EDT srl, 1998 (segnalato da Simona Zanichelli, novembre 2010)